In risposta a Che fa fassina , appoggia il governo?????


Ho meditato a lungo prima di intervenire a motivo della validità e complementarietà dei vostri  articoli,cari Compagni Tosi ,Marchetti e Fatucchi.Vi devo confidare che la "questione" Fasssina era già stata posta dal sottoscritto in tempi non sospetti tanto su Commo quanto in altre sedi di Sinistra Italiana.Avevo fatto notare che nell'ambito del Partito  non potevano coesistere e convivere due linee di Partito tanto opposte:una,quella ufficiale,europeista e federalista(Fratoianni),l'altra sovranista e ,apprendiamo ora,nazionalista e patriottica(Fassina).

Io non so in base a quale ragionamnto il Compagno Fassina abbia tirato fuotri dal cilindro queste due categorie politiche e storiche.Ho letto il suo articolo su Patriottismo e Costituzione,dove egli si sforza di annettere ,degno emulo di compagni della Resistenza e della Costituzione,queste due categorie alla Sinistra.Ma basta avere qualche capello bianco per sapere che non solo Togliatti ma anche Stalin sfruttarono quello che Fassina giustamente chiama senso di appartenenza.Grazie a qiuesta operazione,Stalin(il piccolo padre)conseguì delle vittorie che ribaltarono le sorti della Seconda Guerra Mondiale.Sono passati circa 80 anni e come non possiamo pretendere che non sia cambiato nulla?E' cambiato tanto ;da Società Rurale ,quasi tutto il mondo è passato a Società Industriale ed in alcuni casi a Societa' Post-Industriale.

E' il mondo della globalizzazione,un mondo immenso,caotico   e alienante.E che perciò va governato con strumenti che sicuramente non sono nè la nazione nè la patria.Noi abbiamo bisogno di più Europa e di un'Europa migliore.Ci mancherebbe che dobbiamo regredire alla Nazione.Ci vogliamo mettere in gara con Salvini?Perdiamo di sicuro perchè se c'e una sparuta minoranza (spero)che vuole regredire ,c'e la maggioranza della Sinistra che non vuole escludere.Che non dirà mai "Prima gli italiani"Questa maggoiranza sa che ci sono 5.000.000 di migranti che vivono in Italia e che hanno diritto di essere trattati innanzitutto come uomini.Perciò grande battaglia per un'Europa Federale e Politica.Per una Europa in cui venga realizzato un nuovo New Deal,come sostiene con chiarezza e coraggio Yanis Varoufakis.Per un'Europa dei Popoli.In sintesi per gli "Stati Uniti d'Europa",come affermava Altiero Spinelli,patriota ed europeista.

Saluti Federali e Socialisti

 

                                   Pasquale Fernicola