In un articolo pubblicato oggi su La Repubblica, Stefano Rodotà analizza come, dopo 5 anni dal referendum in cui 26 milioni di italiani si espressero a favore dell'acqua pubblica, vengano approvate norme che nei fatti affidano ai privati la gestione dei servizi idrici. Con un ribaltamento, un tradimento della volontà popolare rispetto a un bene vitale come l'acqua. Un evento grave che mette in discussione la democrazia per come è stata intesa e vissuta finora.

Ve lo proponiamo perché possa stimolare discussione e confronto:

http://www.repubblica.it/politica/2016/03/17/news/la_battaglia_dell_acqua-135664855/?ref=HRER2-2