Migrazioni e Diritti: SI scrive insieme il programma. Il 9 luglio per Emmanuel

Dopo l’omicidio di Emmanuel Chidi Namdi ci siamo interrogati sull’opportunità di rinviare l’iniziativa del 9 Luglio “Migrazioni e diritti: SI scrive insieme il programma”, o di trasformarla in un’assemblea aperta contro il razzismo, unica vera emergenza, insieme a quella delle migliaia di morti alle frontiere, legata alle migrazioni contemporanee.

Poi però abbiamo deciso di confermare l’iniziativa ancora più convintamente di prima, lasciandole la sua impostazione operativa volta alla redazione finale e approvazione di una bozza di programma sul tema delle migrazioni e dei diritti per il nuovo soggetto politico di Sinistra Italiana; una bozza che nasce dalla scrittura collettiva di tante e tanti che da settimane hanno contribuito a questo documento.

Lo abbiamo deciso perché di fronte all’orrore di quanto è accaduto ognuno ha il dovere di rispondere in ogni modo possibile. E l’assemblea del 9 luglio è una di queste risposte.

L’omicidio di Emmanuel è diretta conseguenza di un processo non più sopportabile di costante legittimazione del razzismo che ha responsabilità precise e molteplici.

Responsabilità anche istituzionali di chi emana leggi, stringe accordi, implementa prassi che in nome di un’emergenza molto più costruita che reale stanno provocando immense sofferenze e tragedie e creando una società fondata sull’odio e sull’esclusione.

Queste leggi vanno cambiate, questi accordi abrogati, queste prassi cancellate.

E questo è l’impegno che Sinistra Italiana deve assumere. 

L’iniziativa del 9, così come il lavoro collettivo da cui nasce e che continuerà in quel giorno, è dedicata a Emmanuel.

Alessandra Sciurba e Alessandro Fava