Succede a Cecina in un comune amministrato dal PD che tratta i migranti come teorizza Salvini e la Lega Nord

Ci sentiamo in dovere di affermare che le affermazioni del Sindaco Lippi rispetto al problema dell'accoglienza dei migranti siano gravi e tendenzialmente leghiste. Non è possibile che in una regione dove l’accoglienza, a detta del presidente della regione Rossi, è un esempio per tutta Italia in quanto impegnati ad accogliere in piccole concentrazioni, cioè nuclei di 4/5 persone; questo significa sistemazione in appartamenti non altro. Pare che il Sindaco Lippi pensi ad altre soluzioni. Sinistra Italiana ritiene giusta la posizione della regione, riteniamo che questo sia il metodo da adottare se vogliamo eliminare il pericolo di creare ghetti. Ecco, il Sindaco Lippi probabilmente non ha capito che queste persone hanno la necessità di essere integrate e non solo accolte, non basta dimostrare alla prefettura che Cecina è uno dei comuni che accoglie; non è sufficiente accogliere in alberghi tanto per avere la coscienza tranquilla, non riteniamo giusto lasciare una associazione da sola a farsi carico di tutte le problematiche connesse all'accoglienza. Rispetto a ciò che finora è stato fatto ci preme puntualizzare alcuni aspetti: quando si presentò l'opportunità di ospitare migranti in un albergo di Marina di Cecina il sindaco si oppose duramente e la cosa scivolo' in avanti per alcuni mesi.Inoltre non è giusto affermare che ci sono in essere progetti di integrazione al lavoro e che, addirittura, saranno ampliati; questa è semplicemente una falsità, magari detta semplicemente per avere la coscienza tranquilla. Inoltre Il sindaco afferma ” Abbiamo già risposto alla richiesta della prefettura con due strutture una a Marina e una alla Mazzanta per un totale di 92 migranti e non possiamo accogliere nessun altro migrante, in ogni caso mai in condomini “. Riteniamo che questa sia una grave affermazione. Ci piacerebbe sapere cosa davvero pensa il PD rispetto a ciò. Inoltre nel Lippi pensiero si afferma: “ se la prefettura ritiene inviare sul nostro territorio altri migranti se ne può discutere ma in abitazioni con ingressi separati e non si parla di edifici condominiali” qui davvero si è raggiunto il culmine, infatti in due righe si afferma un concetto terribile: pensare a una società nella quale non tutti sono uguali ma piuttosto una società che discrimina perfino negli accessi alle abitazioni!! 

Questa deriva di stampo leghista della giunta Lippi è davvero preoccupante e non degna della storia solidale e democratica di Cecina.

Sinistra Italiana Bassa Val di Cecina ritiene che su questi temi sia giunto il momento di un dibattito serio e costruttivo che veda coinvolte tutte le forze politiche, le associazioni del volontariato, le forze sociali presenti a Cecina in modo da definire un percorso che oltre a dare risposte serie sia in grado di sbarrare la strada al razzismo dilagante che anche nella nostra realtà, purtroppo, è così presente.


Articoli da il quotidiano Il Tirreno

http://iltirreno.gelocal.it/cecina/cronaca/2016/10/25/news/a-cecina-mai-migranti-nei-palazzi-1.14308650 

http://iltirreno.gelocal.it/cecina/cronaca/2016/10/25/news/l-associazione-ci-ripensa-e-fa-marcia-indietro-franconi-arci-hanno-detto-cose-terribili-1.14308648