Non la solita sede: a Bari l'esperimento di Tetris

di Claudio Riccio, Nico Bavaro

A Bari in questi giorni di discussione importanti per il percorso congressuale c'è una importante novità dal punto di vista delle pratiche concrete. 

Fin dalle prime assemblee regionali dopo Cosmopolitica ci siamo chiesti se si potesse sperimentare un modo differente di radicarsi sui territori, allargare la partecipazione, usare al meglio le risorse locali e nazionali, praticare mutualismo e solidarietà attiva e rendere le sedi qualcosa in più degli spazi in cui si alza la saracinesca per le riunioni per poi chiudere finita l'assemblea.

Con Sinistra Italiana si è quindi deciso di fare un'operazione generosa e a mio parere estremamente interessante: SEL ha chiuso la propria sede storica, nel centro della città e tutti insieme abbiamo aperto una nuova sede, nel rione Madonnella, rione popolare, multiculturale, storicamente di sinistra, facilmente raggiungibile. Si è deciso di mettere questo spazio a disposizione di un progetto ampio e aperto: un'assemblea di gestione aperta a tutti per organizzare con associazioni politiche e culturali, singoli, attività culturali (teatro, cinema all'aperto, presentazioni di libri...), mutualismo (è già attivo un corso di italiano per migranti organizzato da Left Lab, organizzeremo sportelli per precari, doposcuola...), aggregazione e socialità, formazione politica.

Lo spazio si chiamerà Tetris, come il celebre gioco in cui si devono incastrare tra loro tasselli differenti. 

Si tratta di una sperimentazione e di una buona pratica che speriamo possa essere utile tanto al dibattito congressuale quanto a quel che si dovrà fare dopo il congresso. Nei mesi scorsi diversi contributi avevano sollevato l'esigenza di un cambio di passo concreto sull'uso delle risorse dei rappresentanti istituzionali.   In questo contributo di ACT c'era una proposta articolata e concreta, ma già a Human Factor SEL aveva avviato un percorso per creare "proxima" redigendo una proposta di statuto e di un meccanismo di bando pubblico per destinare alle pratiche di mutualismo territoriali i versamenti dei parlamentari. 

Abbiamo bisogno di iniziative come questa, di sperimentare e moltiplicare buone pratiche e recuperare insediamento e radicamento sui territori da nord a sud.

Evento facebook

Pagina facebook